Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2012

Come prepararsi per i freddi invernali

Come sarà questo inverno? Freddo naturalmente ed imprevedibile come sempre. Per questo, se non lo avete già fatto, è bene adottare alcune misure preventive per affrontare nel miglior modo questo periodo dell'anno. Le maggiori insidie sono il freddo, le gelate, il ghiaccio e la neve. Se poi si dimostrerà mite e moderato... tanto meglio.

Le precauzioni necessarie per entrare in assetto invernale sono molteplici e riguardano i fabbricati, le pertinenze esterne e i veicoli (auto, mezzi agricoli, etc). Conviene darsi da fare con buon anticipo, finché la stagione è ancora clemente. Ciò vi permetterà di affrontare l'inverno con maggior tranquillità evitando amare sorprese.

Chi vive nelle zone climatiche più rigide sa bene quali accorgimenti prendere mentre, paradossalmente, sono più a rischio coloro che vivono nelle zone sublitorali e subcontinentali.

In molte zone della Toscana, come ad esempio la provincia di Pisa, raramente la temperatura scende sotto lo zero e quando avviene, f…

La caccia ed i proprietari terrieri

C'è un'articolo del Codice Civile che fa imbestialire gli agricoltori ed i proprietari terrieri: l'Articolo 842 - Il proprietario di un fondo non può impedire che vi si entri per l’esercizio della caccia, a meno che il fondo sia chiuso nei modi stabiliti dalla legge sulla caccia o vi siano colture in atto suscettibili di danno.

E' proprio così, in Italia, i cacciatori possono scorrazzare liberamente nei terreni privati. A nessun altro, salvo alcuni casi particolari, è permesso di violare la proprietà privata, nemmeno per una passeggiata.

Escludere il proprio terreno dai piani faunistici-venatori è pressoché impossibile. Bisognerebbe dimostrarne l'incompatibilità adducendo motivazioni quali l'esigenza di salvaguardia di colture specializzate (a fini sperimentali o di ricerca) o di possibili danni economici, sociali o ambientali derivanti dall'esercizio della caccia. Qualora la domanda di esclusione venisse accettata, nessuno, nemmeno il proprietario, potrà …

Come salvarsi dal telemarketing - il Registro Pubblico delle Opposizioni

Come la maggior parte delle persone che dispongono di una linea fissa telefonica ricevo quotidianamente alcune telefonate commerciali di televendita o di ricerca di mercato. Inizialmente le sopportavo abbastanza bene ascoltando ciò che avevano da dirmi ed infine congedandomi gentilmente, ma ultimamente sono diventato più intollerante. La ragione è semplice: non sono assolutamente interessato a ciò che mi propongono, il più delle volte mi disturbano distogliendomi da altre attività ed infine perché percepisco queste telefonate, spesso insistenti, come un'invasione della mia vita privata.

Ho così deciso di iscrivermi al Registro Pubblico delle Opposizioni che è un servizio abilitato di recente (dal febbraio 2011) che permette di escludere il proprio numero telefonico dagli elenchi utilizzati dalle compagnie di telemarketing. La procedura è semplicissima e ben descritta a questo linkwww.registrodelleopposizioni.it.

Dal momento dell'iscrizione bisognerà attendere 15 giorni perché…

Enel premia i blogger - concorso Enel Blogger Award 2012

C’è ancora tempo per iscriversi al concorso  Enel Blogger Award 2012. Le iscrizioni iniziate il 12 dicembre 2011 proseguono sino al 17 gennaio 2012. In premio per ciascun vincitore delle quattro categoria ammesse un iPad 2 con Wi-Fi + 3G 32 GB (iPad 3G) ma anche un consistente ritorno di immagine.Enel potrà infatti pubblicare i link agli articoli scelti dai quattro Blogger vincitori sulle proprie pubblicazioni istituzionali ed i risultati finali del concorso saranno pubblicato sul Sito Enel Blogger Awards.

Il concorso Enel Blogger Award 2012 è un’iniziativa diEnel S.p.A. il cui scopo è quello di sviluppare la cultura e la crescita professionale nel settoremultimedialericonoscendo il merito personale attraverso l’attribuzione dipremi per i vincitori.

Per candidare il proprio blog al concorso vi sono alcuni requisiti da soddisfare. Il blog deve trattare uno dei seguenti argomenti: ambiente, finanza, attualità e lifestyle. Il blog deve essere inoltre attivo da almeno 6 mesi alla data di is…

Liberalizzazione delle licenze taxi - la rivoluzione della mobilità

Nella zona in cui abito (Valdera in Toscana) i taxi non esistono. Per la verità anche le altre forme di trasporto pubblico sono pressoché inesistenti ad eccezione di alcuni pulmini gialli per il trasporto scolastico ed un'enorme autobus blu sempre vuoto per il trasporto interurbano.
E' un territorio prevalentemente rurale con piccoli villaggi ed abitazioni disperse tra le colline. Fare a meno dell'auto è impossibile ed in molte famiglie ne serve più di una per non rischiare il completo isolamento. Una seconda auto che in alcuni casi esiste solo per precauzione, come mezzo di emergenza.
Ora si parla di liberalizzazione delle licenze dei taxi ed i taxisti sono infuriati. Ritengono che ne scaturirebbe il chaos. Sostengono che il numero di licenze sia già commisurato alla domanda e che la liberalizzazione porterebbe ad inflazionare il numero di taxi rendendo l'attività scarsamente remunerativa e di conseguenza con qualità scadente del servizio. C'è poi il dilemma di c…

I veicoli del futuro saranno senza conducente? Lo spero proprio!

Veicoli senza conducente o se preferite robotizzati o autonomi, è questo il futuro della mobilità? A giudicare dal crescente numero delle sperimentazioni in questo campo sembra che questa prospettiva non sia poi così remota. D'altronde già oggi le auto sono dotate di tecnologie intelligenti che assistono i conducenti nella guida, come adaptive cruise control, automated parking, etc. Certamente le vetture commerciali attuali sono ancora lontane da questa visione robotizzata dei trasporti ma indubbiamente esiste un trend che mira ad automatizzare/assistere la guida dei veicoli rendendola sempre più semplice e sicura.

Le tecnologie utilizzate nei prototipi dei veicoli autonomi sono invece molto più all'avanguardia ed in grado di comprendere l'ambiente in cui si muovono. Impiegano radar, GPS, LIDAR, elaborazioni grafiche ed altre tecnologie. A noi rimarrà solo da chiamarle e scegliere il percorso.

In un futuristico scenario di auto robotizzate cambierebbero tantissime cose. Ma…

Indice di prestazione energetica obbligatorio su tutti gli annunci immobiliari

Il nuovo anno, per quanto concerne la compravendita degli edifici, ha portato un'importante novità. Si tratta dell'obbligo, a decorrere dal 1 Gennaio 2012, di indicare l'indice di prestazione energetica EP su tutti gli annunci commerciali di vendita. Tale novità riguarda principalmente le agenzie immobiliari e naturalmente i proprietari che desiderano mettere in vendita i propri immobili.

L'obbligo è sancito dal Decreto Legislativo 3 Marzo 2011, n. 28 che all'Articolo 13 stabilisce che: Nel caso di offerta di trasferimento a titolo oneroso di edifici o di singole unità immobiliari, a decorrere dal 1° gennaio 2012 gli annunci commerciali di vendita riportano l’indice di prestazione energetica contenuto nell’attestato di certificazione energetica.


Vediamo di capire meglio cosa comporta questa novità con speciale riferimento al mercato immobiliare in Toscana.
Sin'ora l'obbligatorietà di fornire l'Attestato di Certificazione Energetica (ACE) riguardava solo …