giovedì 3 novembre 2011

Quando accendere il riscaldamento - le zone climatiche ed i gradi giorno

Con l'arrivo dei primi freddi autunnali in molti si domandano da che giorno è possibile avviare l'impianto di riscaldamento. Tale data, infatti, non è la medesima su tutto il territorio italiano. Nelle zone più temperate del Sud bisogna attendere fino al 1 Dicembre mentre per alcune zone del Nord non vi sono limitazioni e se fa molto freddo si può accendere il riscaldamento anche per ferragosto.

Il periodo di riscaldamento e quindi le date di accensione e spegnimento degli impianti così come il numero di ore giornaliere di funzionamento è stabilito per legge in funzione della zona climatica in cui si vive.

Con il DPR 412/93 il territorio italiano è stato suddiviso in 6 zone climatiche designate con le lettere A, B, C, D, E, F dalle più miti alle più rigide in funzione dei Gradi Giorni (GG) della località. I Gradi Giorno si determinano calcolando giorno per giorno, durante tutta la stagione di riscaldamento, la differenza tra la temperatura all'interno dell'abitazione (assunta convenzionalmente pari a 20°C) e quella media esterna. La somma di tutte queste differenze di temperatura fornisce i gradi giorno della località considerata.

In Italia, Lampedusa e Linosa con appena 568 GG risulta il Comune più mite mentre il clima più rigido si registra a Sestriere a 2035 metri di quota con 5165 GG.



Per ciascun Comune i Gradi Giorno e la zona climatica di appartenenza sono riportati nell'allegato A del DPR 412/93.

Per coloro che non si attengono a queste indicazioni sono previste sanzioni pecuniarie da un minimo di 1000,00 euro sino ad un massimo di 5000,00 euro. Le sanzioni sono previste anche per il superamento della temperatura massima e per la mancata manutenzione dell'impianto o compilazione del libretto caldaia. Ricordo che la massima temperatura consentita all'interno degli ambienti residenziale è di 20°C con una tolleranza di +2°C.

Articoli correlati:
Come risparmiare sul riscaldamento

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post più popolari