Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2009

L'orto - messa a dimora delle piante ed impalcatura

Una volta preparato adeguatamente il terreno (e non è il mio caso, infatti ci sono ancora zolle che potevano essere frantumate meglio) si procede alla realizzazione dei solchi dove verranno sistemate le piantine. Per questo conviene piantare due paletti agli estremi dell'orto e tendere un filo che vi guiderà in questa operazione. Il solco può essere realizzato con una zappa.

I solchi, fra di loro paralleli, dovranno avere una distanza di circa 70 cm.

Le piantine che vedete sono di pomodoro (qualità canestrino, ciliegino e da un chilo). Queste vanno messe a dimora nel terreno con il pane di terra. Per farlo si scava con un foraterra, si sitema la piantina e si aggiunge una manciata di terriccio ed un pò di concime organico.


Le piantine ed il terriccio si possono acquistare in una buona Agraria od un Vivaio.

A questo punto si può iniziare a realizzare l'impalcatura che sorreggerà le piante di pomodoro durante il loro sviluppo.
Nel caso specifico ho piantato 4 canne verticali lungo u…

Clathrus cancellatus

Il Clathrus cancellatus è un fungo raro, non commestibile. Ha un odore sgradevole ma l'aspetto è molto decorativo. Il fungo adulto infatti presenta una sorta di reticolo carnoso di colore rosso che ricorda una lanterna!



Mi ricordo che nei libri di micologia finiva sempre nelle ultime pagine insieme ad altri funghi curiosi.
Questo esemplare si trovava su di un argine vicino a dei pini marittimi.

Scappo dalla città per vivere in campagna

Sempre più persone, spesso anche straniere, decidono di cambiar vita lasciando la città per trasferirsi in campagna. Tra le mete più ambite vi è certamente la campagna Toscana. Il sogno è di vivere immersi nella natura, lontani dal caos, circondati da uliveti, frutteti e vigneti. E di certo non compiono questo passo per coltivare ettari di bietole o seminativi.


Molti sono personaggi illustri, di successo che cercano anche un pò di privacy. In questo caso, la gestione della campagna, non sarà un loro problema. Ci penserà qualche bravo contadino locale che lo ha sempre fatto di mestiere. Molti altri, meno illustri ed assai più avventurieri, dovranno cavarsela con le proprie forze e tanta inesperienza.

Per quest'ultimi, una prima illusione da sfatare è quella di potere campare con la sola terra. Scordatevelo! Altrimenti perchè quelle campagne sarebbero state abbandonate!? Questa possibilità è riservato solo ad imprenditori agricoli con decine di ettari di terreno e ben equipaggiati d…