mercoledì 30 dicembre 2009

Il mio switch off

In questi giorni oltre al Natale e Capodanno festeggio il mio switch off. Con quest'anno, infatti, il mio lavoro, quello tradizionale come dipendente, finisce in cantina. Basta cartellino, basta code in auto e basta a tutta una serie di altre cose. Il mio ultimo giorno di lavoro è stato il 23 dicembre e mia moglie che non vedeva l'ora di avermi a casa a tempo indeterminato mi ha accolto con un gigantesco fiocco rosso sulla porta d'ingresso.

Per il futuro non mi mancano i progetti, ma prima,  mi concederò un lungo periodo di vacanza.
switch-off
In realtà lo switch off era pianificato da anni e l'idea di vivere in questa meravigliosa casa di campagna immersa nel verde è sempre stata un mio chiodo fisso. Non certo quello di pernottare in questo luogo, o di trascorrerci qualche weekend come ho fatto per 15 anni, ma viverlo appieno occupandomi degli olivi, della vigna, del frutteto e di una serie di attività che si integrano perfettamente.

Ecco perchè ECOMONDO, il nome di questo blog. E' qui, infatti, che racconterò e documenterò la nostra avventura di vivere un pò controcorrente in un nostro luogo ideale ed in un modo diverso.

Post correlati:
Lanciarsi, si, ma con il paracadute
Scappo dalla città per vivere in campagna

4 commenti:

  1. Ciao Max! Buon 2010 e buon switch off!!!
    Bello, bello, piacerebbe anche a me, rallentare ma... al momento posso ritenermi fortunata. Quest'anno per me sarà un anno di monitoraggio dell'insieme della mia vita: lavoro, spese, traguardi raggiunti e nuovi da raggiungere. c'è da rimboccarsi le maniche.
    Dunque, speriamo sia un anno fruttuoso per tutti. Un abbraccio a te e a Nikita, spero di conoscervi entrambi di persona prima o poi!

    RispondiElimina
  2. Grazie Danda. Ti avevo già fatto gli auguri per un fantastico 2010 che qui rinnovo.
    Ti auguro di raggiungere i tuoi obiettivi e di trascorrere un anno proficuo e sereno.
    Da parte mia non so se "rallenterò". Forse dovrò accelerare a tratti. Certamente la mia vita stà cambiando.

    RispondiElimina
  3. urco Max! ma che bravo! mi aveva lasciato un messaggio oscuro la Danda ... son corso qui ed ho capito tutto(pensa che genio che sono). Hai fatto benissimo. Anche con la Lo abbiamo fatto i tuoi stessi ragionamenti tempi addietro . E io li ho fatti una decina d'anni fa quando ho lasciato il lavoro in una multinazionale per lavorare in un'associaizone di volontariato. In bocca al lupo!!!!

    RispondiElimina
  4. Grazie Marco e "crepi il lupo". Ancora sono sotto l'effetto ferie e non ho ancora percepito il cambiamento. Mi fa piacere sapere che hai fatto già da tempo una scelta analoga e, mi pare, con successo.
    Un saluto.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post più popolari