martedì 10 agosto 2010

Decalogo antizanzara

Per affrontare al meglio l'estate avevo già pubblicato il mio decalogo anticaldo. Ma l'estate è anche la stagione delle zanzare che in alcuni casi possono guastarci il sonno e la nostra permanenza all'aria aperta.

Mi ricordo di alcuni anni fa che fummo invitati ad una cena in una bellissima cascina in periferia di Torino nella zona delle risaie. Il proprietario era fra l'altro un produttore di riso e tra le varie portate non mancò di offrirci un ottimo rispotto allo zafferano. La serata fu affascinante ma mi ricordo anche che passammo buona parte del tempo a darci schiaffoni per contrastare gli attacchi e quando tornammo a casa, avevamo il viso tumefatto per i bubboni e le grattatine ma di sicuro anche per le manate.

Per difendersi bisogna conoscere bene il nostro nemico.

Sappiamo che alcuni individui vengono misteriosamente risparmiati dalle zanzare mentre altri le attraggono come il miele. Mia moglie ad esempio piace molto e starle vicino è una garanzia per evitare qualche puntura. Per comprendere meglio le abitudini e preferenze dell'insetto sono state condotte anche molte sperimentazioni e recentemente ho letto che le zanzare prediligono gli uomini alti e le donne in carne; che sono attratte dai colori scuri come il nero ed il rosso mentre non amano il bianco; che creme profumi e deodoranti sono del tutto ininfluenti. Ma un fatto è certo: le zanzare prediligono i luoghi umidi ed ombreggiati e sono più aggressive all'imbrunire ed alla sera.

Detto questo ecco il mio DECALOGO ANTIZANZARE

  • Montare le zanzariere sulle finestre. In casa, le zanzariere sono il rimedio principe per dormire sonni tranquilli. Potrete riposare con le finestre spalancate godendovi la frescura ed eviterete di utilizzare i vari prodotti che per quanto efficaci, sono costosi e forse non del tutto salubri. Le zanzariere possono essere realizzate con un po di fai da te: qualche listarella di legno e la rete che si trovano in tutti i bricolage.
 zanzariera
  • Certamente il consiglio di evitare i ristagni d'acqua è un suggerimento valido. Naturalmente è tutto una questione di proporzioni. Un fondo di un vasetto in mezzo alle risaie sarebbe come un bicchier d'acqua nell'oceano.
  • Trovo anche utili pulire nel giardino le zone più fitte di vegetazione ed anche di evitare ammassi e cataste di materiali che possono risultare dei luoghi ideali per riprodursi e da dove sferrare i loro attacchi. In generale nei luoghi ben ventilati e soleggiati si può stare più tranquilli.
  • Coltivare geranei e lavanda. Con i fiori di lavanda si possono anche preparare mazzetti e sacchetti da appendere in casa. Non sono certo della loro efficacia ma qualcuno lo consiglia e comunque sono decorativi e profumano la casa. 
lavanda
  • Creare un ambiente favorevole per tutti gli animali antagonisti. Per questo vi rimando ad un mio vecchio post Animali buoni ed animali cattivi
  • In alcuni casi, a prescindere dal colore dei vestiti, conviene coprirsi con maglietta a maniche lunghe, calze e pantaloni lasciando scoperti mani e viso anche perchè chiedere di più sarebbe un pò eccessivo ed in alcuni paesi coprirsi il volto è vietato. Così, se avete intenzione di fare un po di giardinaggio, di tagliare le siepi o di dedicarvi all'orto meglio farlo al mattino, alla luce del sole, o alla sera ma ben bardati. Ma anche per una romantica serata, coprirsi con qualche abito leggero di cotone, potrebbe risparmiarvi qualche puntura.
  • Se nonostate le vostre precauzioni le zanzare si dimostrano fastidiose ed aggressive meglio utilizzare qualche prodotto antizanzara che è indispensabile portare con se anche in vacanza. Spesso sono a base di piretro (ne parlo in questo post) che è un prodotto naturale ma rimane tuttavia anche tossico per l'uomo.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post più popolari