sabato 29 ottobre 2011

E-cat, il giorno dopo. Chi è il cliente misterioso?

Il tanto atteso test dell'impianto E-cat da 1 MW di potenza si è concluso ieri con successo ed il misterioso cliente è soddisfatto. Questo è quanto afferma Andrea Rossi nelle poche esternazioni sin'ora rilasciate. Come promesso dall'inventore, sul suo Blog, è stato pubblicato un report relativo al test dell'impianto. L'ultima fatica di una giornata forse storica e di certo impegnativa è stata la rettifica di alcuni dati avvenuta dopo le 2 di notte.

L'impianto, funzionando 5,5 ore ininterrottamente dalle 12:30 alle 18:00 ha prodotto 2635 kWh di energia in modo pulito, senza emissioni di alcuna sorta ne radiazioni.  Ciò equivale ad una potenza media poco inferiore a 0,5 MW. Il dimezzamento della potenza dell'impianto (0,5 MW anzicché 1 MW) è stato voluto da Andrea Rossi per ragioni tecniche ma ciò non sminuisce la straordinarietà dei risultati e della sua invenzione.

Nel report compaiono svariati dati tecnici il cui scopo è quello di misurare l'energia prodotta dall'impianto. Semplificando il concetto per i non addetti ai lavori, ecco cosa è avvenuto. Durante il funzionamento dell'impianto, ben 3716 litri di acqua sono stati scaldati e fatti evaporare. La misurazione di queste quantità, ed alcune nozioni di fisica, hanno permesso di calcolare l'energia prodotta dall'impianto.

Oggi, pare che Andrea si sia concesso una giornata di svago sul campo da tennis. Un meritato premio dopo il successo della sua impresa. L'impianto è stato venduto ad un cliente che per ragioni di riservatezza rimane sconosciuto. Questo fatto ha creato una morbosa curiosità in tutta la blogosfera. Chi sarà mai il cliente che si è accaparrato il primo esemplare dell'invenzione più rivoluzionaria dell'umanità? Perché ha richiesto l'anonimato?? E quali saranno i suoi progetti???

Se l'invenzione è solida come ci è stato fatto presagire prima o poi ne sarà sviscerato ogni suo segreto. Probabilmente saranno necessari anni perché venga industrializzata e commercializzata ma col tempo entrerà anche nelle nostre case o magari nel locale tecnico al posto di quelle sanguisughe di caldaie a gas. Per il rifornimento non saranno necessari ne gasdotti ne autobotti e potremmo ricevere il nostro fabbisogno di Nickel per posta.

Ma tornando al cliente misterioso perché questa bramosia di conoscerlo? L'identità del cliente è attualmente una misura indiretta della bontà dell'invenzione di Andrea Rossi. Più il cliente è autorevole e più sarà confermata la solidità e veridicità dell'E-cat. Per questo è importante!

Post correlati:
Fusione nucleare a freddo, l'E-cat di Andrea Rossi sembra che funzioni
E-cat, una seconda chance per l'umanità... è difficile crederci



Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post più popolari