mercoledì 13 aprile 2011

Un'altro Pianeta per l'Umanità, gli uomini iguana, quelli verdi e gli uomini e basta

Per soddisfare la domanda di cibo, energia ed altre risorse naturali, tra 20 anni avremo bisogno di un'altro pianeta. Questo, in sostanza, è quanto emerge da una ricerca del Fondo Mondiale per la Natura (WWF), il Living Planet Report.

Un'altro Pianeta?!?! Ma dove lo troviamo?!?!


Esiste nell'universo un Pianeta simile alla Terra?  Probabilmente ne esistono tanti ma distano anni luce. Per noi terrestri, l'unico Pianeta raggiungibile che abbia condizioni ambientali vagamente simili alla Terra è Marte, il Pianeta Rosso.
Più piccolo della Terra e quasi privo di atmosfera non si presenta ospitale ma pare che ci sia acqua allo stato solido. Su Marte fa un gran freddo con forti escursioni di temperatura. D'inverno la temperatura scende a -160°C e d'estate, di giorno, può raggiungere i 30°C. L'anno dura quasi il doppio ma il giorno supera di poco le 24 ore.

Vivere su Marte è impossibile, ci vorrebbero uomini con una tempra ed una scorza diversi, forse degli esseri OGM con pelle squamosa per resistere alle radiazioni solari e branchie per filtrare quel poco di ossigeno disperso nell'aria. In pratica delle iguane addestrate.

Dovrebbero, infatti, studiare nei migliori atenei e conoscere fisica, chimica, biologia, genetica... Per la pratica potrebbero anche trascorrere un soggiorno da me, ospiti di Terra Verde, dove imparerebbero a coltivare la terra e ad arrangiarsi. Dormirebbero all'esterno sulla parete sud in buona compagnia di gechi e lucertole.
L'importante e che non facciano gli sporcaccioni che poi mi ritrovo pieno di piccoli gechi saputelli che mi parlano del bosone di Higgs.

Ma se mai questo sarà possibile, non vi sarà una migrazione in massa. Il viaggio è costosissimo, dura mesi e sulle navette spaziali c'è poco spazio. Solo alcuni coraggiosi uomini-iguana potranno colonizzare il nuovo Pianeta. Inizialmente si rifugerebbero in grotte ed anfratti ma col tempo, palmo dopo palmo, conquisterebbero il Pianeta realizzando biosfere dove vivere, coltivare, sperimentare e ... deporre le uova.

E allora che ne sarà di noi uomini-e-basta!? Continueremo a vivere sulla Terra costretti a contenderci quel poco che resta o a raccogliere le briciole degli uomini verdi (una nuova razza superiore con tanti verdoni). Già adesso è così!

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post più popolari