Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2015

Pannelli in cannicciato palustre, una soluzione per l'isolamento termico che ha sempre funzionato molto bene

Il cannicciato, come materiale naturale per l'edilizia, non è solamente impiegato per realizzare frangisole o paratie in strutture più o meno posticce come si osserva in qualche villaggio turistico o struttura balneare. Nel formato di stuoie, rotoli o pannelli è ampiamente impiegato anche come isolante termico (anche a diretto contatto con l'esterno). Lo si può osservare facilmente nei villaggi dell'area balcanica, dove la quasi totalità delle costruzioni ricorreva al cannicciato per l'isolamento termico dei solai di copertura e spesso anche per le pareti verticali, posto, in questo caso, nell'intercapedine muraria o addirittura fissato a parete e semplicemente rifinito ad intonaco.

In alcune costruzioni il cannicciato costituisce sia l'isolamento che l'elemento di copertura, ciò che dimostra anche le caratteristiche di durevolezza di questo materiale.

Sebbene nelle ristrutturazioni, nelle costruzioni più recenti e dimensionalmente più importanti si siano …

Pannelli isolanti in lana di pecora, sostenibili e con ottime proprietà termo-acustiche

La lana di pecora ha contribuito per secoli allo sviluppo delle società garantendo redditività e benessere alle comunità locali in Italia e in moltissimi altri paesi. Dagli anni  ‘60, tuttavia. il settore laniero iniziò una graduale e progressiva regressione. Nuove tecnologie e nuovi materiali s'imposero: iniziava l'era delle fibre sintetiche. più economiche, versatili, facili da lavorare e meglio rispondenti ai gusti e alle abitudini che si stavano affermando.

Ciò mise il mercato mondiale della lana in grave difficoltà ed il conseguente crollo dei prezzi portò molti ad abbandonare le attività legate alla pastorizia. Oggigiorno la lana trova difficilmente sbocco sul mercato ed i prezzi di vendita non coprono le spese di tosatura, pratica per altro necessaria per mantenere in buona saluta il bestiame. Ne consegue che la lana, non decomponendosi facilmente e bruciando con difficoltà, deve essere smaltita diversamente, con un ulteriore aggravio dei costi dell'attività.

La la…