martedì 9 maggio 2017

Mettere al sicuro i propri file - hard disk o google drive, dropbox

L'esigenza di mettere al sicuro i propri file, spesso nasce quando li avete già persi. Ci si accorge così di due cose:

  • che i vari dispositivi e supporti di memoria (hard disk, cd, dvd, pen drive, etc) non sono infallibili e nemmeno eterni.
  • che la maggior parte dei nostri documenti - foto, musica, contatti, etc - esistono solo in formato digitale.

Se ci tenete ai vostri file conviene, con una certa frequenza, farne una copia o un backup. In questo modo ridurrete sensibilmente la probabilità di perderli.
Personalmente non trovo ne pratico ne affidabile utilizzare cd, dvd e pen drive. Meglio ricorrere a spazi di archiviazione online come google drive o dropbox o ad hard disk esterni.
I servizi di archiviazione online hanno il vantaggio di essere sempre raggiungibili a patto che abbiate una connessione a internet. Questa è bene che sia flat altrimenti oltre ai costi dello spazio di archiviazione (mediamente poco meno di 10 euro al mese per 1 TB) dovrete mettere in conto anche il costo del trasferimento dati (circa 1-2 euro al GB). Questa soluzione sarebbe perfetta per chi si sposta di frequente ma proprio la mancanza di soluzioni flat per l'accesso ad internet in mobilità la rendono meno appetibile (se poi vi muovete anche all'estero...proprio non se ne parla!).
Una ragionevole alternativa è l'utilizzo di un hard disk esterno usb che é la scelta verso cui mi sono orientato anch'io. Fra i tanti prodotti ho acquistato un hard disk da 2,5" esterno da 1 Terabyte usb 3.0 della Transcend ad un prezzo di circa 70 euro. Pare infatti che gli hard disk da 2,5", rispetto a quelli da 3,5" siano maggiormente pensati per i notebook e per chi si muove spesso. Oltre ad avere dimensioni minori (le dimensioni sono paragonabili ad uno smartphone un po' in carne) sono più resistenti agli urti. Il Transcend in questione dispone proprio di una funzione anti-shock. Di contro risultano un po più lenti.
Per ora mi sembra che funzioni molto bene. Il trasferimento dei dati (per un mix di formati con foto, musica, video, testo, etc) ha una velocità di circa 20MB/s con la porta usb 2.0 mentre con la usb 3.0 arriva a circa 200 MB/s. A proposito, per riconoscere le porte usb 3.0 fate caso alla linguetta interna, per le 3.0 è di colore blu mentre per le 2.0 è di colore nero o grigio.
Un'ultima riflessione: conviene fare il backup dei dati o una semplice copia? Io preferisco farne una semplice copia.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post più popolari