martedì 28 settembre 2010

Agricoltura multifunzionale

Uno dei fenomeni più interessanti di questi ultimi anni è la possibilità, da parte delle aziende agricole, di diversificare le tradizionali attività di coltivazione del fondo, selvicoltura e allevamento, aggiungendo nuove opportunità di reddito.
agricoltura multifunzionale

I principali ambiti di diversificazione sono:
Si tratta di attività fortemente connesse con le attività primarie che proprio nei territori rurali trovano il contesto ideale per il loro sviluppo. La ragione economica non è tuttavia l'unico motivo che spinge le istituzioni ad incoraggiare le aziende agricole ad intraprendere il processo di diversificazione. Vi sono infatti altre implicazioni di carattere sociale, culturale ed ambientale. Per la vastità degli ambiti coinvolti e la varietà delle opportunità si parla anche di agricoltura multifunzionale.

Il nuovo modello agricolo multifunzionale mira innanzitutto ad invertire il fenomeno dell'abbandono delle aree rurali ma consegna alle aziende agricole anche il ruolo di intensificare l'interscambio con le comunità rurali e la nascita di reti territoriali, di riflettere e preservare la ricchezza delle tradizione e tipicità del territorio e le diversità culturali. Con la multifunzionalità le aziende agricole acquisiscono il ruolo di rivitalizzare le campagne come luogo per vivere e lavorare preservando questi luoghi anche come specifici ecosistemi. Al contempo risponde anche alle nuove esigenze della società in termini di maggiore qualità della produzione alimentare, di valorizzazione paesaggistica e culturale e di sostenibilità ambientale.

Il modello agricolo multifunzionale è una importante scommessa a livello europeo e nazionale incoraggiato mediante incentivi economici e divulgazione culturale. Richiede infatti importanti risorse finanziarie e nuove competenze e professionalità.


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post più popolari