domenica 30 agosto 2009

Le conchiglie tra gli olivi

Un tempo, in questa collina toscana dove vivo, c'era il mare. Non c'erano gli olivi, le vigne, i pini ed i cipressi perchè questa terra era un fondale popolato da creature marine.
Poi, col trascorrere dei milleni, questa terra è emersa ed il mare si è ritirato.
Questa collina, ora, si trova a circa 200 metri di quota e tra una zolla e l'altra si scovano numerosi segni di questo passato acquatico.
Delle conchiglie nel terreno me ne accorsi subito quando mi trasferii in questo luogo. Non si trattava dei resti di un pic-nic con ostriche e champagne (infatti la bottiglia non c'era!) Erano conchiglie fossili di milioni di anni fà.
Sherzi a parte, all'epoca, mi sembrava un ritrovamento a dir poco singolare ma poi mi accorsi che di conchiglie ce n'erano dappertutto, bastava scavare un pò.

Setacciando il web in cerca di questo passato marino ho scoperto che nelle campagne toscane il ritrovamento di fossili è all'ordine del giorno. Non lontano da qui sono stati ritrovati resti di grossi cetacei e conchiglie assai più notevoli di quelle che si trovano nel mio orto.

Mi riprometto di dedicare un pò di tempo a questa questione e se vangando il terreno dovessi trovare una balena fossile scriverò un post.

9 commenti:

  1. Ciao Max!
    Anche in Puglia, dove ho trascorso la mia infanzia, nell'entroterra, se ne trovano, soprattutto nel tufo... quando giocavo nelle aree ancora non edificate mi sembrava di essere una specie di archeologo! Se ci pensi è davvero strano, è difficile immaginare una Terra che si trasforma così tanto! Questo mi dà ancora di più l'idea che noi siamo solo una piccola parte di questo sistema, anche se siamo stati in grado di imprimere la nostra pesante impronta!

    RispondiElimina
  2. In effetti è una questione che mi incuriosisce molto. Mi stupisce pensare che qui c'era il mare ed anch'io mi sento un pò un archeologo. Quando trovo qualche conchiglia la pulisco e la metto da parte.
    Forse con i disastri che facciamo il mare tornerà (innalzamento dei mari). Da un lato mi preoccupa dall'altro mi renderebbe felice: mi manca il mare!!

    RispondiElimina
  3. Ciao! Qualche tempo fà scavando nella mia campagna per aggiustare un muretto a secco sono venute alla luce delle conchiglie e delle lumachine di mare. Io sono nell'entroterra ligure, in linea d'aria a 5km dal mare e a circa 600 metri di altezza. Quello che mi ha impressionato è questo: sembravano appena tirate fuori da una scogliera, perfette, senza mostrare i segni del tempo. Ma che ci fanno a questa altezza? Non sembravano vecchie di milioni di anni, direi di più di qualche millennio....e questo sinceramente mi ha fatto sorgere parecchi dubbi e forse qualche preoccupazione: che sia dovuto a un innalzamento improvviso dei mari dovuto a qualche genere di catastrofe e che quindi queste lumachine ci siano state scaraventate? Boh, ne sono un pochino perplesso. Ciao a presto!

    RispondiElimina
  4. Ciao Simone, non so bene quale sia la storia della Liguria ma forse è accomunata da uno stesso passato acquatico. Le mie conchiglie di sicuro risalgono a quando qui c'era il mare, almeno così mi ha confermato una geologa. Nel tuo caso non credo si tratti di onda anomala o qualche altro evento catastrofico, per cui penso: o c'era anche li il mare o sono conchiglie di terra.
    Prova a fare qualche ricerca.
    Ti saluto e ti ringrazio del tuo commento. Max

    RispondiElimina
  5. in realtà il meccanismo che ha portato quelle conchiglie così lontano dal mare è un'altro,avrete sentito parlare di tettonica a placche e di faglie,beh le conchiglie prima sono sedimentate nella sabbia divenuta poi roccia.le placche scontrandosi tra di loro tendono a sollevarsi(è così che si formano le montagne!)emergendo dal mare,è un processo lungo ma è così che va!

    RispondiElimina
  6. Ciao Mikeros.t
    ti ringrazio per la precisazione.
    Ciao Max T

    RispondiElimina
  7. di nulla max,sai guardo super quark ,geo e geo,ulisse,gaia ecc ecc alla fine qualcosa ti rimane.ciao ciao

    RispondiElimina
  8. Risposte
    1. Ciao Giuseppe, domanda curiosa! Direi che non costano niente, basta passeggiare per la campagna e raccoglierle.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post più popolari