sabato 14 agosto 2010

Il nucleare sorpassato dal fotovoltaico avanza nell'ombra

Il decreto legge sul nucleare del 21 agosto 2008 e poi l'approvazione definitiva dell'11 febbraio 2010 è passato un po in sordina, come se nulla fosse. Personalmente ho provato rabbia, apprensione ed incredulità. Mi sembrava impossibile che il nostro paese riprendesse questa strada. La legge prevede che le imprese costruttrici individuino i siti per la realizzazione degli impianti, che i cantieri aprano nel 2013 per iniziare a produrre energia elettrica dal 2020. Prevede anche un contentino per i cittadini delle aree coinvolte che riceverenno dei benefici in termini di acquisto agevolato dell'energia e riduzione delle tasse comunali. Ecco fatto!

Ma le tecnologie per la produzione dell'energia elettrica subiscone delle variazione nel tempo dovute a molteplici fattori. E mentre fotovoltaico ed eolico si stanno dimostrando sempre più efficienti il nucleare segue un trend opposto. In un recente articolo del New York Times viene annunciato l'atteso crossover fissato a quota 16 centesimi di dollaro al kWh. Ciò significa che il costo complessivo di produzione di energia elettrica da fotovoltaico è ora inferiore a quello del nucleare. A conferma di questo trend il 90% delle centrali nucleari in progetto o in attesa di approvazione sono stati sospesi o cancellati.

Ora che si è scoperto che oltre a ferire i sentimenti di molti italiani l'energia nucleare è anche poco conveniente cosa succederà in Italia? Sarà difficile scoprirlo se continuano a procedere nell'ombra senza dare troppo nell'occhio!

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post più popolari