venerdì 30 agosto 2013

Chiavetta USB misteriosamente in sola lettura

Pochi giorni fa avevo acquistato da Mediaworld una chiavetta di memoria usb da 64Mb prodotta dalla PNY. Il mio intento era quello di mettere al sicuro un certo numero di dati. Per questo, appena ritornato a casa, iniziai a rinpinzarla di file, documenti, foto, lavori, etc. Solo al termine di questa operazione mi accorsi che la chiavetta non consentiva la cancellazione dei dati, nemmeno la loro copia o modifica e tanto meno risultava possibile formattare la chiavetta. Risultava misteriosamente settata in sola lettura.

Contattata Mediaworld mi proponevano, in accordo con quanto previsto dalla garanzia, di restituire la chiavetta difettosa, che sarebbe stata inviata al produttore, in cambio di una chiavetta nuova. L'operazione, per quanto ragionevole, non mi accontentava. Temevo per i miei dati che sarebbero stati consegnati in mani sconosciute. A questo riguardo immagino che esistano opportune tutele per i consumatori ed anche se disattese, trovo improbabile che il contenuto di una chiavetta possa suscitare grande interesse (certo, dipende da cosa vi è custodito!). Ma si trattava anche di una questione di principio e così decisi di risolvere la faccenda diversamente.

Inizia così una di quelle estenuanti ricerche nel web, spulciando nei forum e nei blog di sventurati utenti ed esperti che suggerivano le possibili soluzioni. Sembrava che questa anomalia fosse piuttosto diffusa. Nella maggior parte dei casi si trattava solo di un falso problema. Molte chiavette infatti dispongono di uno switch fisico che pone la pen drive in sola lettura piuttosto che in stato di riscrivibile. Per altri il problema era insorto, così, senza motivo apparente passando, dopo aver funzionato correttamente per un certo periodo, in stato di sola lettura. Più rari i casi, come il mio, di chiavette uscite di fabbrica con questo problema.

Purtroppo i vari suggerimenti proposti non sono risultati utili, ma ciò che è stato risolutivo è stato l'utilizzo di un software, messo a disposizione dallo stesso produttore, che, se ho ben capito, esegue una formattazione della chiavetta a basso livello rimuovendo i cluster danneggiati e ripristinando il corretto funzionamento del dispositivo. Non so se questo software funzioni su chiavette di altri produttori ma tentar non nuoce. In molti casi, infatti, l'estrema soluzione è disfarsi della chiavetta. Non escludo inoltre che frugando nei siti dei produttori si trovino software analoghi e maggiormente compatibili con la vostra pen drive. Buona fortuna!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post più popolari