domenica 10 marzo 2013

Il burek, se lo provi poi ti manca

Tra i cibi che rappresentano la cucina dei Paesi Balcanici, fra cui Serbia, Crozia, Bosnia, Macedonia, il burek ha certamente un posto di rilievo.

Il mio preferito è quello al formaggio seguito da quello alle ciligie o alle mele ma si trova anche quello alla carne e forse ne esistono con altri ingredienti.

Il burek è uno di quei cibi che lasciano il segno, entra nel DNA, ed è ricordato con nostalgia da chi, da quei paesi, si è trasferito altrove. In Italia non esiste qualcosa di simile ed è impossibile da riprodurre. Forse il segreto sta nella pasta, una sfoglia sottile con la quale infagottano il ripieno per poi cuocerla al forno.


Nel video qui sotto potete ammirare la preparazione del burek, è uno spettacolo. Ricorda un po' i nostri pizzaioli, quelli più acrobatici, ma per il burek la sfoglia di pasta raggiunge le dimensioni di un lenzuolo.


Voi, naturalmente, non provate ad imitarlo perchè se vi dovesse sfuggire la presa potreste avvolgere il vostro partner o un mobile e non so se la pasta si stacca facilmente.

Nelle mie frequenti permanenze in Serbia ho potuto apprezzarlo, come spesso usano da quelle parti, servito con una ciotola di yogurt bianco di pecora. Un accoppiamento inusula per chi, per colazione, ha in mente solo brioche e cappuccino/caffè. All'abbinamento con lo yogurt, comunque, ci si abitua presto, ciò che invece ogni volta mi sorprende sono le porzioni che (spero di non esagerare) facilmente raggiungono i 500gr.

Il burek viene venduto nelle panetterie e in piccoli chioschi specializzati che spesso aprono solo nelle prime ore del mattino. Nei bar è invece raro da trovare, ma i bar, da quelle parti, sono un discorso a parte: sono pensati più per bere che per mangiare.

5 commenti:

  1. vabbè, ce lo mostri e non possiamo assaggiarlo.... chiamasi crudeltà mentale!
    ;)))
    ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Luxus, soffro anc'io a pensare al burek. Quello appena sfornato è favoloso. Comunque con le tue abilità forse sei una delle poche che potrebbe provare a riprodurlo qui in Italia.
      Un saluto e perdona la mia crudeltà.

      Elimina
    2. troppo buono, mi sopravvaluti però.
      m'inchino ammirata e invidiosa davanti al volteggiare leggiadro del pasticcere in video. devo programmare una vacanza in croazia...

      Elimina
  2. Lo trovate pronto da mangiare almeno ad arzignano, lonigo, vicenza, piacenza, bologna, canelli.
    Poi lo trovate anche surgelato oppure potete comperare la pasta fillo (meglio quella un poco più spessa - l'altra va bene per il bakllava) e farlo in casa. Di fomaggio potete usare tranquillamente il quardirolo lombardo (3 euro per 500 al lidl).
    Nei negozi romeni potete trovare quello bulgaro (della BELLA solitamente)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero non sapevo che il burek si stesse diffondendo anche in Italia. Grazie per le preziose informazioni.
      Un saluto

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post più popolari