giovedì 24 gennaio 2013

Il ritorno di DotCom, la sua creatura "Mega" è considerata l'erede di Megaupload

Non si è ancora conclusa la vicenda giudiziaria del massiccio tedesco Kim Schmitz, meglio conosciuto col nome di DotCom, che da qualche giorno la rete è nuovamente in fermento per la sua nuova creatura informatica.

Dal 19 gennaio 2013, infatti, è disponibile all'indirizzo www.mega.co.nz l'erede di Megaupload, Si chiama semplicemente Mega e, questa volta, è congeniato per essere a prova di illegalità. A differenza di Megauload e Megavideo, che gli avevano portato enormi fortune (mega ville, mega yaght, mega auto e donne) ma che l'avevano anche inguaiato in quanto permetteva di scaricare o vedere in streaming film e serie TV violando i diritti d'autore, la sua nuova prodezza è perfettamente legale (così sostiene).

I file immagazzinati nello spazio di storege messo a disposizione da Mega sono criptati da una chiave nota solo all'utente che ha effettuato l'upload del file, è questo lo stratagemma. Mega è quindi uno spazio di archiviazione al pari di Dropbox e Google Drive ma si differenzia da questi per il fatto di ospitare file indecifrabili a tutti, anche a Mega stesso che quindi non può essere ritenuto responsabile di contenuti piratati o comunque illegali. La responsabilità a questo punto può ricadere solo sull'utente arteficie di quell'upload o di altri utenti ai quali è stata fornita la chiave per utilizzare quei contenuti. In altre parole: "... con Mega fateci ciò che volete, sono cavoli vostri, non miei!".

Ma come si usa Mega?
Per utilizzare Mega ci sono vari modi ma sarà poi il tempo e gli utenti che troveranno come sfruttarlo al meglio. Le funzionalità sono, inoltre, destinate ad ampliarsi. Nel prossimo futturo è previsto MegaMovie, l'erede di Megavideo e poi la possibilità di accedere da dispositivi mobile, chat, etc, etc.

Per ora, andando all'indirizzo www.mega,co,nz è possibile registrarsi gratuitamente inserendo nome utente, indirizzo email e password.

Si avrà così a disposizione uno spazio di ben 50GB per archiviare ciò che si desidera (uno spazio 10 volte maggiore di quello offerto gratuitamente da Google che è di soli 5GB).

Per chi necessita di uno spazio ancora superiore è possibile acquistarlo pagando un canone mensile:
  • offerta Pro 1 - 500GB di spazio al prezzo di 9,99 euro/mese
  • offerta Pro 2 - 2 TeraByte di spazio al prezzo di 19,99 euro/mese
  • offerta Pro 3 - 4 TeraByte di spazio al prezzo di 29,99 euro/mese  
Avvenuta la registrazione, potete effettuare il log in. Si accede ad un'area chiamata file manager, una pagine con un layout essenziale e facile da utilizzare. A sinistra le cartelle dove archiviare i file ed in alto i comandi per gestire file e cartelle.
Per archiviare un file basta trascinarlo dal PC alla cartella del file manager dove si desidera archiviarlo. In alternativa si può clickare sul comando file upload (in alto) e selezionare il file dal PC. Nel corso dell'upload, in basso vengono fornite le informazioni del trasferimento (%, velocità, etc). In modo del tutto analogo si procede per fare il download del file (da Mega al PC).


Ogni utente avrà quindi libero accesso ai sui file e per tutti gli altri saranno inaccessibili ed indecifrabili, a meno che non vengano fornite due informazioni: l'indirizzo e la chiave. Queste sono associate e diverse per ogni file e si ottengono clickando col destro del mouse sul file (si apre una finestra comandi) e poi clickando sul comando link.
Si apre così una finestra che contiene l'indirizzo e la chiave di decriptazione di quel file. La potete copiare e fornire ad un vostro collaboratore o ad un amico. Solo così potrà accedere a quel file, immettendo quell'indirizzo nel browser come per accedere ad una qualsiasi pagina web.

In tutto questo non c'è nulla di illegale, si tratta invece di un servizio di file hosting che potrebbe facilitare la vita di professionisti e non. Certo, sapendo che questa creatura web è nata dalla mente e manine di DotCom qualche dubbio che possa o si presti a favorire l'illecito può attraversare i nostri pensieri. Qualcuno ne sarà tremendamente preoccupato ed altri enormemente felici.

Il servizio Mega può essere utilizzato anche evitando la registrazione ed alcuni passi descritti in precedenza. Basta trascinare un file sul rettangolo rosso presente nella home page. Il file finisce nei meantri di Mega, ma anche in questo caso, chi effettua l'upload del file, può memorizzare indirizzo e chiave per poter accedere a quel file o fornire ad altri questa informazione per potervi accedere. In questo caso non so quale sia lo spazio messo a disposizione.

Chi dispone di un account su Mega può naturalmente utilizzare questa modalità per l'upload dei file. Accedendo con indirizzo e chiave a quel file, si ha infatti la possibilità di scaricarlo o spostarlo all'interno del proprio spazio.


Nei prossimi mesi scopriremo se DotCom ha messo la testa a posto.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post più popolari