mercoledì 24 dicembre 2008

Il gioco delle tre tazze ed il pacco napoletano

,E’ un po’ di tempo che non mi capita più di vedere quegli oscuri figuri che praticavano il gioco delle tre tazzine. Si materializzavano in luoghi affollati, nelle piazze, nei mercati, all’uscita delle fabbriche ed erano subito circondati dalla gente ed alcuni polli che tentavano la fortuna. Allora, scommettevano 10.000 lire per azzeccare sotto quale tazzina fosse finito il fagiolo dopo una serie di acrobazie del figuro con mani e tazzine. Il fagiolo non si trovava mai sotto la tazzina su cui scommettevano! Dopo un certo numero di giocate ed un mazzetto di banconote incassate, il figuro, si dematerializzava e spariva con banchetto e tazzine lasciando un buco nella folla e soprattutto nelle tasche di qualche pollo.

Il pacco napoletano era ancora più sofisticato. Richiedeva lestezza di mano ma anche abilità psichiche per distrarti, confonderti e consegnarti un pacco vuoto.

Oggi, nel XXI secolo, il gioco delle tre tazzine ed il pacco napoletano sono sempre attuali. La tecnica è sempre la stessa, quella di illudere e confondere, perfezionata da una ulteriore strategia: quella dello sfinimento.

Prendiamo ad esempio il caso della telefonia mobile. Un pollo vuole cambiare profilo tariffario sperando di spendere meno.

L’illusione – “Che bello, quante offerte e promozioni …”
La pagina appare infatti attraente, ricca di colori, di menu, di immagine e banner. Il pollo è contento e speranzoso. Razzola beatamente becchettando qua e là.

La confusione - “… ma quante cavolo sono! ..”
Inizia a confrontare i vari profili tariffari, opzioni e promozioni. L’analisi è complessa. Tra scatti alla risposta, tariffazioni a tempo, roaming, call home, SMS, MMS, wap e TV si sente veramente perso. Il pollo è confuso e disorientato.

Lo sfinimento – “ … ma andate a quel paese, lascio le cose così come stanno!”
Il pollo è cotto. Rinuncia per sfinimento e continua a tenersi il profilo tariffario di sempre…si, quello che assolutamente non gli conviene.

La truffa non riguarda solo la telefonia fissa e mobile ma anche connessione ad internet, assicurazioni, abbonamenti TV, conti correnti e tanti altri servizi.

Un caso esemplare. I miei genitori hanno pagato per circa un anno l’abbonamento Alice ma utilizzavano FastWeb. L’abbonamento FastWeb comprendeva la TV di Sky Italia che non utilizzavano. Ora continuano a pagare la connessione FastWeb ma non hanno più il computer.
Confusi e spossati scelgono le tazzine sbagliate e ritirano pacchi vuoti.

Illustrazione: Mirna Radovanovic


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post più popolari